 Due di loro. Appunti su quattro lettere di Piero Santi a Carlo Cassola (1936-1937)

Il racconto di un rapporto fecondo e tormentato, la storia di un’amicizia profonda e non convenzionale, il sapore di luoghi allo stesso tempo innocenti e corrotti, da Cecina a Firenze, nelle parole di uno scrittore ingiustamente dimenticato. L’articolo è ospitato nel numero del 2012 (a. XVI, nn. 1-2) della rivista “Studi medievali e moderni”, edita da Loffredo. Gli estratti del saggio possono essere richiesti direttamente all’autore (denobilesandro@gmail.com).

2 Responses to  Due di loro. Appunti su quattro lettere di Piero Santi a Carlo Cassola (1936-1937)

  1. Ottorino Tonelli says:

    Mi piacerebbe capire quale era il rapporto fra cugini, quando negli anni ’70 P. Santi aveva una pessima reputazione di Cassola

    • denobiles says:

      Intanto grazie per il commento.
      L’articolo analizza i rapporti tra i due negli anni ’30, quando Santi sembra avvertire quasi dolorosamente un certo distacco di Cassola. Inoltre, dalle lettere analizzate, traspare qualche riserva di Santi nei confronti dei primi racconti di Cassola, cui egli preferisce le prime prove di Cancogni.
      Il rapporto tra i due si tronca nel ’40, ma viene ricucito nel ’44.
      Su quel che accadde dopo non emerge nulla dagli scritti.
      Chi ha conosciuto direttamente i personaggi ne sa certo di più.

Leave a Reply to Ottorino Tonelli Cancel reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


*

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>