Gianni Rodari

Vorrei che tutti leggessero, non per diventare letterati o poeti , ma perché nessuno sia più schiavo...

Ugo Ojetti

Chi accumula libri, accumula desideri. E chi accumula molti desideri e’ molto giovane, anche a ottant’anni...

J. Renard

Quando penso a tutti i libri che mi restano da leggere, ho la certezza di essere ancora felice.

Tiziano Terzani

I migliori compagni di viaggio sono i libri: parlano quando si ha bisogno, tacciono quando si vuole silenzio.

Ci sono crimini peggiori del bruciare libri. Uno di questi è non leggerli.

Certo che ti farò del male. Certo che me ne farai. Certo che ce ne faremo. Ma questa è la condizione stessa dell’esistenza.

 

Chi Siamo

Questa storia inizia in un lontano giorno di settembre del 1915 in corso Roma 18 a Lanciano. Quel pomeriggio Egidio D’ Ovidio ed Emilia Ranalli aprono una libreria-cartoleria-arte sacra lungo quel che era la strada principale della citta’. Negli anni quaranta, alla morte del titolare, “don Egidio” per tutti, la libreria viene gestita dalla figlia Ada e dalla moglie Emilia fino alla morte della figlia Ada avvenuta per una banale insolazione alla meta’ degli anni quaranta. In seguito, vi lavorarono le signorine Gelsomina Iubatti e Maria Fontana fino al 1952, quando il pronipote Matteo Ranalli con l’ aiuto della moglie Emilia dapprima e con quello della sorella Mercedes, dei figli e dei nipoti poi, ne diventa proprietario lasciando comunque il nome della ditta.. . Nel 1968 la libreria si trasferisce in Corso Trento e Trieste 44, sotto i Portici Comunali dov’ e’ tutt’ oggi presente. Nel 2009 il negozio e’ stato completamente ristrutturato, ma rimane uguale nella capacita’, competenza, gentilezza, passione di chi vi opera dentro. Oggi Matteo dall’ alto dei suoi ottantacinque anni continua ad essere presente nel “suo” negozio, e la libreria e’ gestita dagli eredi. Una storia semplice e lunga allo stesso tempo, una storia ricca di ricordi e di orgoglio, avendo la libreria e chi in essa vi ha lavorato nel tempo donato, per quasi cento anni, cultura e conoscenza a buona parte della citta’ e del circondario. Il tutto dettato da un solo grande interesse: l’ amore per il libro, l’ amore per la lettura.